7 itinerari

7 ITINERARI: TRA IL MARE E I CAMPI

La grande diversità geografica caratterizza una zona dalla straordinaria bellezzapaesaggistica…

 

7 ITINERARI: TRA IL MARE E I CAMPI

La grande diversità geografica caratterizza una zona dalla straordinaria bellezzapaesaggistica, con colline, viottoli e sentieri che sboccarono in grandi praterie, zone alberate e spiagge e che quindi offrono la possibilità di fare piacevoli passeggiate e di usufruire di ottimi percorsi circondati da un magnifico ambiente. A contatto diretto con questo ambiente è possibile percorrere una serie di itinerari ecologici appositamente allestiti per conoscere la flora e la fauna del posto e per visitare le zone più singolari di ogni paese. Le piste agricole sono predisposte per passeggiare a piedi, in bicicletta e a cavallo e, d’altro canto, grazie al miglioramento dell’allestimento delle case rurali è stato possibile potenziare un turismo che usufruisce appieno della natura.

 

ITINERARIO 1: MONTE DE ARNA

Partenza e arrivo: Somo. C/ Travesia de Arna.

L’itinerario si snoda costeggiando il monte de Arna.

Camminando sulle dune, parallelamente al mare, si godono splendide viste delle spiagge di Somo e di Loredo. In quest’area non c’erano alberi finché il re Alfonso XIII ne ordinò il rimboschimento con pini marittimi allo scopo di abbellire la vista da Santander. Ore vi crescono anche pungitopo, lecci, allori, cisti, spini…

ITINERARIO 2: LE SCOGLIERE

Partenza: parcheggio della spiaggia di Loredo.
Arrivo: spiaggia di Galizano.

Questo itinerario si snoda tra splendide scogliere e spiagge. Senza perdere mai di vista il mare, è possibile visitare quasi tutte le spiagge della zona. Si comincia dalla spiaggia di Loredo, si prosegue in quella di Los Tranquilos, quindi le spiagge di Langre, la caletta di Arenillas per finire nella spiaggia di La Canal di Galizano.

ITINERARIO 3: EL RIBERO E LE PRATERIE

Partenza: C/ El Ribero a Somo.
Arrivo: Chiesa di Castanedo.
L’itinerario parte dal poggio di Somo, da cui si può godere della splendida vista panoramica della foce del fiume Miera nella baia di Santander. si prosegue quindi percorrendo stradine rurali fino a raggiungere il paese di Castanedo. Cammin facendo si possono ammirare il convento delle Trinitarie, risalentea metà dell’Ottocento, la chiesetta di Tes a Suesa e la chiesa di San Salvador a Castanedo.

ITINERARIO 4: ENTREMIESES

Partenza: Borgo di Mojante, a Suesa.
Arrivo: Chiesetta di Santa Polonia a Loredo.

Questo itinerario consente di fare una piacevole passeggiata tra le coltivazioni di trifoglio, loglio e mais che indicano l’importanza dell’allevamento in questa zona. Il percorso si conclude davanti alla chiesetta seicentesca di Santa Polonia, al cui interno sono conservate alcune pitture murali.

ITINERARIO 5: EL TIRADO E CALOBRO

Partenza: Chiesetta di San Antonio a Carriazo.
Arrivo: El Tirado.

L’itinerario inizia di fronte alla chiesetta di San Antonio. Bisogna poi risalire il monte Calobro, procedendo all’ombra degli eucalipti, per godere di una delle più belle viste panoramiche della baia di Santander e dei dintorni. Lungo tutto il percorso si possono osservare querceti ben conservati.

ITINERARIO 6: PISTA CICLABILE

Partenza: Rotonda di Somo.
Arrivo: Rotonda di Galizano.

L’itinerario si snoda lungo una pista ciclabile che scorre parallela alla strada regionale. A piedi, in bicicletta o sui pattini, questo percorso rappresenta un modo piacevole di godersi il paesaggio rurale della zona.

ITINERARIO 7: CUCABRERA

Partenza e arrivo: Strada della spiaggia di Galizano.

L’itinerario inizia costeggiando la spiaggia La Canal fino a raggiungere la grotta di Cucabrera, per poi arrivare alla chiesetta di San Pantaleón, circondata da eucalipti. Lungo tutto il percorso vi sono numerosi sentieri che conducono ai siti migliori della zona per la pesca di spigole, saraghi e lepadi. Il poggio di San Pantaleón è uno dei posti migliori per ammirare Santander.

Twitter
Pequesurf en Lonely Planet

lonely-planet-pequesurf